HomeIPNOSI MEDICAUno strumento per tutti

Ipnosi: uno strumento per tutti

ipnosi uno strumento per tutti - ferruccio costaBen pochi argomenti riescono a suscitare emozioni contrastanti come nel caso dell'ipnosi. Al solo sentirla nominare, alcuni ridono divertiti mentre altri ne hanno letteralmente paura.

Purtroppo il cinema e la televisione hanno sempre sfruttato le aspettative magico-irreali che tutti abbiamo vissuto da bambini (la fatina buona che ci premia, la strega cattiva che ci punisce,  il lupo che ci spaventa, il topolino del dentino, ecc.) che talvolta riemergono nell’adulto coi suoi bisogni, i suoi sogni e le sue paure. Cosi l'ipnosi ci affascina e ci spaventa.

Ci attira credere che esista un potere, in mano di pochi, che possa soggiogare gli altri, che possa renderci potenti; e nel contempo coviamo la paura di essere noi nel ruolo di soggiogati e di deboli.

Così gli spettacoli che esaltano questi aspetti ci attirano e ci intimidiscono.

Tra coloro che la prendono sul serio, la maggior parte pensa che si tratti di un qualcosa che qualcuno fa a qualcun altro per curarlo o cambiare qualcosa che non va in lui.

Ci sono addirittura coloro che credono che l'ipnosi possa curare qualsiasi cosa, dalla forfora ai piedi piatti.

Non è così.

La verità è che l'ipnosi da sola non fa proprio niente, come non fa proprio niente la cassetta di attrezzi più completa se non c'è un buon artigiano che la sappia utilizzare.

L'ipnosi è solo un amplificatore che ci permette di ottenere maggior efficacia in quello che già normalmente facciamo.

Pensare che l'ipnosi sia limitata all'ambito terapeutico o, comunque, sia una pratica confinata tra le mura di uno studio professionale o, peggio, di un teatro, ne fa perdere il principale campo di applicazione: la nostra vita.

Vista in quest'ottica, l'ipnosi è per tutti! 

Bisogna, a questo punto,  sfatare molti miti.
 
  • Innanzitutto nulla c'è di vero tra la capacità di sviluppare lo stato ipnotico e le caratteristiche del carattere. Non esiste il soggetto debole o forte, potente o soggiogato; esistono persone sofferenti che possono essere aiutate in poco tempo e senza effetti collaterali.
  • La cultura o il ruolo sociale o professionale non hanno alcuna rilevanza. Chiunque sia dotato di una normale intelligenza può essere indotto a sperimentare lo stato ipnotico.
  • L'ipnosi è uno stato mentale naturale, diverso dagli stati di veglia e di sonno per il fatto che la recettività agli stimoli è fortemente amplificata.
  • Lo stato ipnotico può svilupparsi in modo spontaneo.

Lo stato ipnotico si instaura spontaneamente nelle attività mentali immaginative e creative e nelle attività automatiche e ripetitive. Può inoltre essere autoprovocato consapevolmente in seguito ad un precedente apprendimento (autoipnosi, meditazione yoga, training autogeno, tecniche di rilassamento).

Durante la giornata noi tutti, ogni ora e mezza, entriamo in uno stato ipnotico naturale della durata di circa quindici minuti, necessario per permettere al nostro cervello di attuare fenomeni associativi tra i due emisferi cerebrali.
Joomla templates by Joomlashine

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti